sabato 13 marzo 2010

Attaccare Berlusconi lo favorisce?

Magari servirà di lezione a chi, nell'opposizione, ha sempre sostenuto che "attaccare Berlusconi lo favorisce". Una tesi già abbastanza discutibile per il controsenso intrinseco, ma ancora più sospetta perchè suggerita da "noti esperti indipendenti" come Cicchitto e Capezzone. Il risultato dell'interferenza di questi boccaloni (o forse sarebbe meglio non essere tanto ingenui e considerarli per gli infiltrati che sono) nei propri partiti è che l'opposizione si è auto-censurata per anni su tutti gli argomenti più fastidiosi per Berlusconi: i suoi conflitti di interessi,  i suoi processi. e i suoi rapporti con personaggi poco raccomandabili. Tutto ovviamente a favore del Nano, che sa benissimo come neutralizzare le critiche sul mero piano politico con le sue televisioni e i suoi giornali e che non ha minimamente pensato di seguire i consigli che fa dare dai suoi sgherri ai polli dell'opposizione, ma anzi ha approfittato del suo silenzio per attaccarla ancora di più. Cronaca di un suicidio politico. In questa direzione i signori della sinistra dovrebbero cercare le cause del loro crollo di consensi e non certo nell'aver attaccato troppo Berlusconi (come "furbescamente" pensava Veltroni), che intanto se la ride. D'altra parte si può dire quel che si vuole, ma è ovvio che se Berlusconi ha fatto quello che ha voluto è anche perchè dall'altra parte c'erano degli incompetenti o delle marionette a impedirglielo.

Ora magari qualcuno di questi (chi non si era svegliato neanche dopo che sono stati cacciati Biagi, Santoro e Luttazzi, noti adulatori del Premier e che per questo lo danneggiavano) cadrà dal pero alla notizia che Berlusconi cercava in ogni modo, dietro le quinte, di far chiudere Annozero. Ma come? Non aveva detto che attaccandolo fanno il suo gioco? In quest'ottica avrebbe dovuto fare di tutto per mandarla in onda a reti unificate, altro che cercare di chiuderla. "E' un controsenso", qualcuno penserà, "non sarà mica che questa storia delle critiche che lo rafforzano era solo una balla tanto per farmi stare buono?". Ecco, magari potrebbero iniziare a svegliarsi con questa semplice domanda..

L'episodio naturalmente si aggiunge a quanto il Nano ha già fatto: oltre al già citato editto bulgaro non si può non menzionare la censura tombale che ha imposto su tutti i programmi di approfondimento politico della RAI (sacrificando anche il soldato Vespa) solo per zittire Annozero. Anche in quel caso parrebbe che, al contrario di quello che dice, attaccarlo non lo avvantaggi poi tanto..

Basterebbe solo stare più attenti a quello che fa piuttosto che a quello che dice per capire come la pensa davvero, no? Vuoi vedere che aveva ragione Di Pietro?

5 commenti:

Vegard ha detto...

Brucia eh...

Francesco Cossu ha detto...

Cosa, che non ci sia un opposizione degna di questo nome? Di certo non mi fa piacere, ma non è che l'avere sempre meno diritti sia una cosa che "brucia", ne parli come se si trattasse di un capriccio..

Noto comunque con piacere che sei ormai un lettore abituale del mio blog. Bene.

Vegard ha detto...

No, passo di qui per caso ogni tanto.
Meno diritti? Bwuahahaha...
Lasciamo stare.

LuigiSantucci ha detto...

Attaccare Berlusconi si deve, ma sul terreno giusto, dove non può dire che certi poteri ce l'hanno con lui e non lo lasciano lavorare e ha la scusa per chiedere più potere per il “bene” di tutti.
Lo si deve attaccare su quello che fa, su quanto ci costerà l'Alitalia, le provincie che invece di essere eliminate ogni anno aumentano, le tasse dove diminuisce l'aliquota per quelli ad alto reddito, l'ICI per la prima casa senza differenza sulla tipologia, i vantaggi che porta alle sue aziende per la posizione politica che ricopre (conflitto d'interesse), il bavaglio che mette a giornalisti, alla incoerenza tra i principi che difende e la vita privata, il debito pubblico, gli interessi che paghiamo ogni anno per il debito pubblico, certamente la lista può essere arricchita, basta seguire i fatti con scrupolo, determinazione e professionalità rimanendo in una dimensione di rispetto della persona.
Su tutto questo l'opposizione è pagata per farlo ma mi pare che ha altro da fare!!!

Francesco Cossu ha detto...

No, passo di qui per caso ogni tanto.
Meno diritti? Bwuahahaha...
Lasciamo stare.


Beh vedersi negato anche quel poco di informazione che ci resta in tv tu come lo chiami?