domenica 16 agosto 2009

Riflessioni sull'omosessualità

L'omosessualità è presente in natura eppure per alcuni non è "naturale", è sempre esistita eppure per alcuni è segno della decadenza di questi tempi.

Perché sui gusti sessuali si pongono tutti questi problemi mentre non si pongono, ad esempio, su quelli alimentari? Ci siamo mai chiesti che infanzia hanno avuto quelli che preferiscono il pesce piuttosto che la carne? O quelli che preferiscono il mare piuttosto che la montagna?

Eppure probabilmente anche questi gusti avranno un motivo psicologico, se andiamo ad indagare con la stessa tenacia di quelli che lo fanno per la sessualità. Solo che questo nessuno se lo chiede perché nessuno ha per principio l'idea che, ad esempio, preferire la montagna al mare vada contro natura..

Invece quando si parla di gusti sessuali, poiché certa gente parte con l'idea che l'omosessualità sia sbagliata, ecco che si va a guardare qualsiasi cosa: si tira in ballo la psicologia, la naturalità, ecc.. Tutto per cercare di dimostrare un'idea che in realtà si aveva, irrazionalmente, dall'inizio. La scienza, che troppo spesso si tira in ballo, non segue questa logica, ma più umilmente si pone delle domande e cerca delle risposte.

Non sarà che i veri problemi li hanno quelli che non sono capaci di accettare che qualcuno possa essere diverso da loro senza per questo essere "malato" ne "imperfetto" ne altro?