mercoledì 20 maggio 2009

Tranquilli, tutto calcolato..

Mills è stato condannato per essere stato corrotto da Berlusconi.. e dove sta il problema, dico io? Non è successa la stessa cosa per il lodo Mondadori? E in quel caso i giudici (solite "toghe rosse") sono riusciti a non condannare il mandante, nonchè beneficiario della corruzione pur avendo condannato l'esecutore. Perché non potrebbero farlo anche ora? D'altra parte sono questi i casi che fanno giurisprudenza..

Se è vero, come dice Berlusconi (d'ora in poi chiamato "beneficiario"), che i giudici sono contro di lui, beh.. non sembrano così svegli da essere la causa di tutti i mali che gli vengono attribuiti, altrimenti c'è da concludere che si tratta della solita scenetta per piangere e fottere, per dirla alla napoletana.

Basti guardare la rapida degenerazione dei titoli del "Giornale" che, a differenza del nome, ha smesso di essere tale il 12 gennaio 1994 diventando quella specie di carta igienica troppo dura, troppo costosa e in fogli troppo grandi che tutti conosciamo.

Comunque il beneficiario ha già dichiarato che da questi giudici non si farà processare. Dev'essere che questa volta non è riuscito a corromperli.

Ma niente paura, il lodo Alfano giunge in soccorso con tempismo perfetto. E ovviamente non è un caso..