mercoledì 4 febbraio 2009

Cappellacci chi?

Cade sempre più in basso il pupazzo che Berlusconi propone per le elezioni regionali della Sardegna. Nessuno lo conosce, tant'è che è dovuto scendere il padrone in persona per fare la campagna elettorale al posto suo (ma si può?) nella speranza di farlo brillare, se non altro, di luce riflessa.

Ma è proprio nei comizi di questa campagna che si è visto chi è l'uomo che Berlusconi ci propone come successore di Soru.. basti vedere come lo stesso lo introduceva dicendo: "ora di qualcosa tu, ma fai in fretta, che dobbiamo andare a mangiare" come si fa con i bambini o con chi, si sa già, meno parla e meglio è.

D'altra parte se il pupillo avesse avuto qualcosa da dire non ci sarebbe stato bisogno della presenza del paparino a rimarcare un'appartenenza politica che è poi l'unico argomento, insieme alle solite promesse campate per aria, con cui sperano di fare breccia nell'elettorato. Argomento comunque più che valido per l'intelligenza dei loro elettori che non fanno molte storie e votano mansueti chiunque il capo indichi. Speriamo nel buon senso degli altri..

Ma al di la dell'essere un signor nessuno, dell'avere quel nome non sardo che non lo rende simpatico neppure a prima vista e del suo palese ruolo di burattino nelle mani di Berlusconi ecco che Cappellacci ci mette anche del suo, confermando quanto superficiale sia la sua conoscenza della Sardegna e dei sardi. I suoi volantini elettorali, con i soliti slogan sulla difesa dell'identità che si possono fotocopiare uguali per tutte le regioni, basta solo cambiare il nome, riportavano grossolani errori come quello che situava la basilica di Saccargia (SS) in provincia di Oristano, tra l'altro proprio sotto lo slogan prestampato che recitava: "Fieri della nostra identità e della nostra cultura" (un ever-green).



Vorrei sapere come può Cappellacci andare fiero di qualcosa che non ha.. ma soprattutto.. questo Cappellacci.. chi è?

Ecco qualche video da www.byoblu.com per fare un po di chiarezza sul futuro (cosa potrebbe succedere in Sardegna) e sul passato (cosa è successo in Abruzzo). Lo schema è lo stesso.



Nessun commento: